Ultima modifica: 11 Novembre 2021

PAI

Il PAI, introdotto dalla Direttiva sui BES del 27/12/12 e dalla circolare ministeriale del 6/03/13 “Strumenti d’intervento per alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica – Indicazioni operative“, è un documento che fotografa lo stato dei bisogni educativi/formativi della scuola e le azioni che si intende attivare per fornire delle risposte adeguate. Ciascuna istituzione scolastica, nell’ambito della definizione del PTOF, predispone il Piano per l’inclusione che definisce le modalità:

  • per l’utilizzo coordinato delle risorse, compresi il superamento delle barriere e l’individuazione di facilitatori del contesto di riferimento;
  • per progettare e programmare gli interventi di miglioramento della qualità dell’inclusione scolastica.

Il PAI conclude il lavoro svolto collegialmente da una scuola ogni anno scolastico e costituisce il fondamento per l’avvio del lavoro dell’a.s. successivo.

Di seguito, il PAI approvato dal Collegio docenti nel mese di giugno:

Nella scuola, è il G.L.I.  che si occupa di tutte le problematiche dei B.E.S.; tale organo è coordinato dal Dirigente Scolastico o da un suo Delegato e svolge le seguenti funzioni:

  • Rilevazione, all’inizio di ogni anno scolastico, dei B.E.S. presenti nella scuola;
  • Proposta al Collegio dei Docenti degli obiettivi da perseguire e delle attività da porre in essere;
  • Rilevazione, monitoraggio e valutazione del livello di inclusività della scuola;
  • Coordinamento delle proposte formulate dai singoli Gruppi di Lavoro Operativi (G.L.O.);
  • Elaborazione della proposta del Piano Annuale  per l’Inclusività (P.A.I.) riferito a tutti  gli alunni con B.E.S., da redigere entro il mese di giugno.