Ultima modifica: 1 Luglio 2021

PROGETTI SCUOLA PRIMARIA

Si sono appena conclusi i 4 PROGETTI PON gratuiti per tutti gli alunni della SCUOLA PRIMARIA DI NOCERA UMBRA che anche quest’anno hanno avuto la possibilità di prolungare i giorni di scuola con attività giocose e formative realizzate dall’Istituto appositamente per loro…FORMAZIONE SEMPRE A MISURA DI BAMBINO!


SCUOLA PRIMARIA DI GAIFANA

Il video è stato realizzato dalle classi della scuola primaria di Gaifana a conclusione del progetto lettura “Il vizio di leggere…come prenderlo a scuola”, iniziato ad Aprile con l’incontro con l’autrice Sabina Antonelli, che ha presentato il libro “Il bambino che non voleva essere un lupo”.

 

PROGETTO CONTINUITA’ INFANZIA/PRIMARIA

a.s. 2020/2021

Malgrado le difficoltà dell’ultimo anno di scuola sia per gli alunni di ogni età che per gli insegnanti, aspettando proprio la fine di maggio per essere più sicuri dal punto di vista epidemiologico, si è voluto, comunque, realizzare uno dei progetti che da sempre caratterizza ed unisce le insegnanti ed i due ordini di scuola, Infanzia e Primaria, nel momento di passaggio tra l’ultimo anno di scuola dell’Infanzia e l’arrivo alla Primaria, la scuola dei grandi, come sempre la raccontiamo ai più piccini. Ed è così che negli ultimi giorni di scuola si è potuto realizzare quanto era stato programmato a settembre 2020….

PRIMARIA NOCERA con INFANZIA NOCERA

La consapevolezza dell’importanza di realizzare esperienze condivise, negli obiettivi e nella didattica, che costruiscano un ponte reale tra i diversi ordini di scuola per agevolare gli alunni in questo passaggio, è stata la motivazione per la quale i bambini e le insegnanti della Scuola Primaria “D. Alighieri”  e della Scuola dell’Infanzia “M.B. Alberti” di Nocera Umbra si sono impegnati  nelle diverse attività.

Il progetto si è concluso il 9 giugno con l’incontro organizzato nel giardino della scuola d’infanzia, dove gli alunni hanno lavorato sulle emozioni: realizzando delle palette – emoticon e  recitando una filastrocca. Infine gli alunni hanno mangiato e giocato insieme.

Il  bilancio dell’esperienza è senz’altro positivo, grazie alla fattiva e costruttiva cooperazione tra tutti i docenti dei plessi coinvolti e all’interesse e alla partecipazione degli alunni,  importante sia per l’aspetto metodologico che  per quello affettivo-relazionale. Si possono certamente rilevare alcuni aspetti da migliorare, soprattutto per le difficoltà riscontrate in questo anno particolare , ma il lavoro svolto rappresenta nel suo complesso, un importante esempio di come sia possibile attuare una continuità proficua e soddisfacente.

 

PRIMARIA CASEBASSE con INFANZIA CASEBASSE

Malgrado le difficoltà dell’ultimo anno di scuola sia per gli alunni di ogni età che per gli insegnanti, aspettando proprio la fine di maggio per essere più sicuri dal punto di vista epidemiologico, si è voluto, comunque, realizzare uno dei progetti che da sempre caratterizza ed unisce le insegnanti ed i due ordini di scuola, Infanzia e Primaria, nel momento di passaggio tra l’ultimo anno di scuola dell’Infanzia e l’arrivo alla Primaria, la scuola dei grandi, come sempre la raccontiamo ai più piccini.

Come sempre, anche quest’anno a settembre le insegnanti della Scuola dell’Infanzia e quelle della Scuola Primaria, in accordo ed in sinergia, hanno organizzato un piccolo progetto che potesse unire i bambini di 5 e 6 anni che, dopo tanti mesi, si incontrano di nuovo nella Scuola Primaria, mostrano il luogo e le attività portate avanti e si scambiano disegni e letture precedentemente programmati dalle insegnanti. Sono sempre i piccoli a spostarsi nella nuova scuola, dove li attendono i più grandini per far loro da guide nel mondo della scuola…Quest’anno si è fatto l’inverso. il 27 maggio 2021, i bambini della classe Prima della Primaria “F. Sbarretti” di Casebasse, con lo scuolabus, sono andati a trovare i piccoli futuri alunni che li attendevano nello splendido spazio verde esterno sicuro e recintato della Scuola dell’Infanzia di Casebasse, in località Stazione di Nocera. Dopo la merenda sul prato, i piccoli hanno mostrato i loro lavori e recitato delle belle filastrocche, per concludere con la canzoncina “Prima Primaria”. Poi è stato il turno dei più grandi che hanno recitato alcune filastrocche scelte dal percorso di Educazione Civica. E’ stata una mattinata allegra e spensierata, dove tutti abbiamo dimenticato per un po’ le difficoltà legate al Covid.

Amici vi aspettiamo a settembre…Buona estate!


GIOIAMATHESIS: Olimpiade dei Giochi logici, linguistici, matematici

Gioiamathesis, ente accreditato dal Miur tra gli Enti per la valorizzazione delle eccellenze nel 2009, è stata fondata nel 1989 da alcuni alunni del Prof. Michele Villanova, studioso e docente del Liceo Classico di Gioia del Colle (Bari), al fine di promuovere iniziative per il miglioramento della didattica della matematica secondo le metodologie della Prof.ssa Emma Castelnuovo. (Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www. gioiamathesis.it). La Scuola Primaria “F. Sbarretti” di Casebasse, che da anni partecipa al progetto, anche quest’anno si è iscritta alla  XXXI Olimpiade dei Giochi logici, linguistici e matematici. 

Non importa tanto il risultato, quanto la voglia di mettersi alla prova e di provare a guardare in modo diverso un testo che spesso sembra un rompicapo, ma poi alla fine ragionandoci qualche minuto in più… Quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria, sia la pre-selezione che la finale si sono svolte a scuola. La finale si è svolta il 17 maggio 2021 nella palestra della Scuola Primaria di Nocera, rispettando tutte le norme del distanziamento e alla presenza del Dirigente, che ora può dirsi molto soddisfatto del risultato ottenuto dai piccoli alunni, un po’ cervellotici della Scuola Primaria di Casebasse e comunica i piazzamenti ottenuti. Le insegnanti, anch’esse molto soddisfatte dei risultati raggiunti, danno appuntamento al prossimo anno!

Risultati finali

Fascia 5-6

Ruggeri Diana 5°        Paggi Margherita 6°              Cucchiarini Debora 6°

Fascia 7-8

Contini Benedetta 4°  Crescentini Angelica 4°          Bartolo Serena 5°       Esposito Angelica 5°

Fascia 9-10

Costanzi Damiano 1°              Paradisi Matteo 1°     Frate Caterina 2°

Signorelli Giorgia 3°               Mengoni Emma 4°     Pascucci Beatrice 5°   Nery Ayres Carmen 6°

 


Ultime lezioni di Geco per gli alunni delle primarie

Nelle scuole primarie dell’Istituto Omnicomprensivo “Dante Alighieri” di Nocera, per il secondo anno consecutivo, è giunto a conclusione il progetto facente parte della macroattività del Progetto Rete!, inerente la sperimentazione del software GECO, che ha visto protagonisti attivi gli alunni delle classi 3^,4^,5^, guidati durante le lezioni dalla dott.ssa Roberta Mascioni, la quale ha affermato:” Grazie alle insegnanti e alla disponibilità del dirigente scolastico, prof. Leano Garofoletti, ho proposto ai bambini diverse attività di condivisione e di apprendimento del software, utlizzato come facilitatore nell’acquisizione di un metodo di studio, nell’utilizzo di ambienti digitali, attraverso l’impiego simultaneo di più funzionalità, in un linguaggio e in una grafica adatta ai piccoli studenti. Il software che abbiamo conosciuto e utilizzato insieme, creato da Anastasis, è nato come strumento rivolto agli alunni con Disturbi Specifici di Apprendimento, ma può essere utilizzato tranquillamente anche da tutti i bambini della classe, anche in un’ottica di inclusione e rientrare tra i normali strumenti didattici quotidiani.

Ogni bambino avrà la possibilità di imparare ad usare strumenti diversi e a sperimentare varie strategie scegliendo liberamente ciò che lo può rendere autonomo nell’apprendimento e in grado di provvedere ai propri bisogni formativi. Gli studenti potrebbero essere accompagnati in percorsi che valorizzano le loro capacità ed abilità, rinforzando la loro autostima e favorendo l’integrazione con i compagni e con gli adulti. Se, ad esempio, l’insegnante di storia spiega il capitolo su “L’Impero Romano”, sottolineando sul libro digitale alla LIM i fatti più importanti o leggendo il paragrafo con la sintesi vocale, dov’è l’eccezionalità? Anzi, in questo modo, la diversità di abilità tra i ragazzi diventa un valore aggiunto e ogni studente DSA non sarà costretto a dichiarare la propria ‘condizione clinica’. È semplicemente la diversità che diventa normalità. Devo dire che gli alunni delle classi interessate hanno partecipato con grande interesse ed hanno applicato in modo costruttivo le indicazioni suggerite, affidandosi alle nuove modalità.