Ultima modifica: 8 Febbraio 2020

Progetto RETE

Nuovi appuntamenti per il Progetto RETE!

(RElazioni ed Eccellenze Educative sul TErritorio),

finanziato dall’Impresa Sociale “Con i Bambini”

 

 

 

2 sono i CINEFORUM organizzati con INGRESSO GRATUITO presso il Teatro Don Bosco di Gualdo Tadino, rivolti a genitori e figli:

SABATO 1 Febbraio, ore 16:30

SABATO 7 Marzo, ore 16:30

A seguire 2 INCONTRI DI RIFLESSIONE E CONFRONTO per genitori a Nocera Umbra, presso l’Aula Magna dell’Istituto “Sigismondi”, guidati dagli esperti del Centro di Psicologia AST-CSMG di Gubbio, la Dott.ssa Roberta Mascioni, Psicologa e Psicoterapeuta, il Dott. Daniele Minelli, Psicologo e Psicoterapeuta:

Venerdì 7 Febbraio, ore 17:00

Venerdì 13 Marzo, ore 17:00

Gli incontri di riflessione seguiranno con la stessa modalità anche a Gualdo Tadino e Sigillo, poiché il Progetto è stato fortemente voluto dai tre Istituti della fascia: Comprensivo di Sigillo, Comprensivo di Gualdo Tadino e Omnicomprensivo di Nocera Umbra.

2 INCONTRI DI RIFLESSIONE E CONFRONTO – GUALDO TADINO:

Sabato 8 Febbraio, ore 15:00 presso Teatro Don Bosco

Sabato 14 Febbraio, ore 15:00

2 INCONTRI DI RIFLESSIONE E CONFRONTO – SIGILLO:

Venerdì 14 Febbraio, ore 17:30 presso Auditorium Comune di Sigillo

Venerdì 20 Marzo, ore 17:30


Lo scopo principale di questo importante Progetto triennale è quello di ampliare la comunità educante giovanile, attivando una serie di proposte formative rivolte a tutti e soprattutto a giovani alunni a più alto rischio di marginalizzazione, riducendo in tal modo la dispersione scolastica. Il Progetto che coinvolge i Dirigente Scolastici di Nocera Umbra, Gualdo Tadino e Sigillo si propone di correre ai ripari, ponendosi l’obiettivo strategico di creare una solida rete di collegamento tra le agenzie educative presenti sul territorio della fascia appenninica umbra, promuovendo la costituzione di un Polo Territoriale di Eccellenza Educativa (p-TREE). La motivazione che ha spinto a realizzare tale sinergia tra le parti coinvolte è principalmente la volontà di raccogliere una sfida, scommettendo su un futuro di maggior sviluppo per il territorio della Fascia Appenninica, segnata da anni di crisi economica e sociale, puntando anche sui giovani studenti dell’Istituto Omnicomprensivo.