Ultima modifica: 16 Ottobre 2019

Progetto RETE

L’Istituto di Nocera Umbra presenta nuove importanti attività ai genitori dei suoi studenti

Al via nel mese di ottobre 2019 e fino al mese di giugno 2020 la Macroattività n. 3 del Progetto RETE che vede l’Istituto Omnicomprensivo di Nocera Umbra partner insieme agli Istituti Comprensivi di Gualdo Tadino e Sigillo, al Dipartimento di Fisica e Biologia dell’Università di Perugia, alla Fondazione POST di Perugia e ad altre associazioni culturali e sportive della Fascia Appenninica (Educare alla Vita Buona, ASD Tarsina, Associazione InCanto, Accademia dei Romiti). Si tratta di laboratori di teatro, musica, sport e giornalismo distribuiti lungo il corso di tutto l’anno, la cui frequenza, libera e gratuita, sarà facilitata per tutti quei ragazzi che solitamente sono esclusi dalla frequenza di altre opportunità formative ed inclusive. Tale progetto prevede una serie di Laboratori per giovani studenti della fascia 8-14, dal titolo accattivante “Laboratori dei talenti”. Si tratta, infatti, di cinque laboratori così suddivisi: 1. Aiuto compiti, 2. Laboratorio di teatro, 3. Giornalando si impara, 4. Sport insieme, 5. Mettiamola in musica. Ogni famiglia interessata potrà iscrivere i propri figli trovando i recapiti e tutte le informazioni sulle locandine affisse all’interno delle scuole, sul sito della scuola www.scuolenocera.edu.it oppure chiedendo aiuto agli insegnanti di classe, ed usufruire, così, di questa iniziativa delle scuole del territorio. É invece a pagamento, ma con un biglietto di soli € 3,00 a spettacolo, oppure in abbonamento a quattro spettacoli per un totale €10,00, la Rassegna Teatrale per Ragazzi al Teatro Don Bosco di Gualdo Tadino, curati dalla Compagnia Fontemaggiore di Perugia e dall’Associazione Arte e Dintorni di Gualdo.

Tutti gli spettacoli si svolgeranno di sabato pomeriggio, a partire dal 9 novembre. Lo scopo principale di questo Progetto RETE triennale, ci spiega il Dirigente Garofoletti, è quello di ampliare la nostra comunità educante giovanile, attivando una serie di proposte formative rivolte a tutti, “ma soprattutto a giovani alunni a più alto rischio di marginalizzazione, riducendo in tal modo la dispersione scolastica che negli ultimi anni inizia a darci qualche preoccupazione in più”. Fondamentale sarà la prossima attivazione anche della macroattività n. 2 Bisogni Educativi Speciali che vedrà l’erogazione di contributi per l’acquisto di Hardware e Software, sempre a sostegno degli studenti con maggiori difficoltà. Il Progetto che coinvolge i Dirigente Scolastici di Nocera Umbra, Gualdo Tadino e Sigillo si propone, così, di correre ai ripari, ponendosi l’obiettivo strategico di creare una solida rete di collegamento tra le agenzie educative presenti sul territorio della fascia appenninica umbra, promuovendo la costituzione di un Polo Territoriale di Eccellenza Educativa (p-TREE). Il Dirigente Garofoletti che ha iniziato a lavorare al progetto come insegnante a Gualdo Tadino, si dice orgoglioso di portarlo avanti ora nel proprio Istituto. La motivazione che ha spinto a realizzare tale sinergia tra le parti coinvolte è principalmente “la volontà di raccogliere una sfida, scommettendo su un futuro di maggior sviluppo per il territorio della Fascia Appenninica, segnata da anni di crisi economica e sociale, puntando anche sui giovani studenti del mio Istituto. Chi, come me, Dirigente sì, ma anche genitore, ha a cuore il futuro di questo territorio, non può non sostenere iniziative così meritevoli”.